Cineforum AltoVicentino 2001

Il Cinema Ritrovato (al Cinema)

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Il Cinema Ritrovato (al Cinema)

II edizione - parte 01

 

-

Classici restaurati in prima visione in versione originale con sottotitoli in italiano.













Calendario

Scarica il pieghevole

 

 

Venerdì 26 settembre - ore 19 e 21.30

I 400 colpi

di François Truffaut

Francia, 1959, 93'

 

 

Venerdì 17 ottobre - ore 19 e 21.30

Per un pugno di dollari

di Sergio Leone

Italia/RFT/Spagna, 1964, 100'

 

 

Venerdì 07 novembre - ore 19 e 21.30

Gioventù bruciata

di Nicholas Ray

USA, 1955, 111'

 

 

Venerdì 28 novembre - ore 19 e 21.30

Per qualche dollaro in più

di Sergio Leone

Italia/RFT/Spagna, 1965, 125'

 

 

Venerdì 12 dicembre - ore 19 e 21.30

Tempi moderni

di Charles Chaplin

USA, 1936, 89'

 


-

 

Prossimamente

II edizione - parte 02

 

Continua nel 2015 la seconda parte con nuovi classici del cinema

che ritrovano il grande schermo. Film che riscoprono l’incontro vivo

con il pubblico di una sala cinematografica.

Capolavori di ogni tempo restaurati con tecnologia digitale riportati

a uno splendore inedito che tornano ad essere prime visioni.


Il buono, il brutto e il cattivo di Sergio Leone

Barry Lyndon di Stanley Kubrick

Metropolis di Fritz Lang

Salvatore Giuliano di Francesco Rosi

Le mani sulla città di Francesco Rosi

 

 

 

Stay tuned! ;)

 

 

 


 

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

L'associazione "Il mondo nella città", in collaborazione con il Cineforum Alto Vicentino, "Rete per le politiche di accoglienza e protezione di richiedenti asilo e rifugiati nel territorio dell'Altovicentino" e "EuropAsilo"

in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

 

PRESENTA

 

LA MIA CLASSE

Un film di Daniele Gaglianone, con Valerio Mastandrea

 

Venerdì 20 giugno ore 21

 

Nel corso della serata sarà proiettato il trailer del film "Io sto con la sposa" di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande e Khaled Solimna Al Nassiry.

 

Scheda:

Un attore impersona un maestro che dà lezioni a una classe di stranieri che mettono in scena se stessi. Sono extracomunitari che vogliono imparare l'italiano, per avere il permesso di soggiorno, per integrarsi, per vivere in Italia. Arrivano da diversi luoghi del mondo e ciascuno porta in classe il proprio mondo. Ma durante le riprese accade un fatto per cui la realtà prende il sopravvento. Il regista dà lo "stop", ma l'intera troupe entra in campo: ora tutti diventano attori di un'unica vera storia, in un unico film di "vera finzione": La mia classe. È un film che può spiazzare più di uno spettatore quello che Daniele Gaglianone ha deciso di dedicare al sempre più complesso tema dell'integrazione dei cosiddetti extra-comunitari. Perché sin dall'inizio, quando vediamo 'microfonare' (come si dice in gergo) gli studenti del corso veniamo volutamente disorientati. Pronti come siamo a vedere un film di finzione siamo costretti ad accorgerci che la finzione c'è ma è tutta concentrata nel sempre più bravo Valerio Mastandrea che 'fa' il docente. Tutti gli altri sono veri immigrati ognuno con i propri problemi e le proprie aspettative. Gaglianone ha deciso di puntare tutto su questo doppio registro quasi ci volesse ricordare da un lato l'impotenza del cinema nell'affrontare e risolvere problematiche che lo superano e dall'altro la necessità, per chi il cinema lo fa, di non sottrarsi mai a lla realtà per rifugiarsi in un mondo in cui l'autoreferenzialità rischia di fagocitare tutto.

Qui si mette in scena il proprio vissuto che talvolta entra in gioco al di là delle battute concordate e che vede a un certo punto Mastandrea diventare davvero qualcosa di diverso rispetto all'attore che interpreta un personaggio. Ha ragione Gaglianone quando afferma che solo lui, tra gli attori, poteva entrare in un ruolo così particolare offrendogli, potremmo aggiungere, non solo la sua professionalità ma anche la sua umanità senza però farsi travolgere dalla complessità dell'operazione. (fonte www.MYmovies.it)

L'assemblea generale dell'Onu, con una risoluzione adottata all'unanimità, ha deciso di dedicare una Giornata mondiale ai rifugiati, per riaffermare i valori sui quali sono basati gli accordi internazionali in materia di protezione dei rifugiati. La giornata, individuata nel 20 giugno e riconosciuta a livello universale, costituisce un sostegno agli sforzi che l'Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr), le Ong e le altre organizzazioni impegnate nel settore compiono congiuntamente per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle sofferenze dei rifugiati.

L'associazione Il Mondo nella città o.n.l.u.s. è ente gestore del progetto Oasi, aderente al Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, per conto della "Rete per le politiche di accoglienza e protezione di richiedenti asilo e rifugiati nel territorio dell'Alto Vicentino" (capofila comune di Santorso). Il progetto prevede attività di accoglienza e integrazione per richiedenti e titolari di protezione internazionale o umanitaria.

 

- Ingresso libero -


 

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

MAPS TO THE STARS
Un film di David Cronenberg


Sabato 31 maggio ore 20 / 22.10


Presentato al 67° Festival di Cannes, ha vinto il Prix d'Interprétation féminine per l'interpretazione di Julianne Moore.

Con Julianne Moore, Robert Pattinson, Mia Wasikowska, John Cusack, Sarah Gadon, Olivia Williams, Carrie Fisher, Niamh Wilson, Jayne Heitmeyer, Emilia McCarthy
Sceneggiatura: Bruce Wagner
Fotografia: Peter Suschitzky
Montaggio: Ronald Sanders
Musiche: Howard Shore
Drammatico, 111 min. - USA 2014


Clicca sulla locandina per il trailer...

maps to the stars
TRAMA

La famiglia Weiss si sta facendo strada nella assolata California del sud, tra soldi, sogni, fama, invidie, desiderio ed implacabili fantasmi. Sanford Weiss è un famoso terapista televisivo con una lunga lista di clienti molto famosi, sua moglie Cristina Weiss si occupa della carriera del figlio 13enne, star della televisione. La coppia ha un'altra figlia, Agatha: a insaputa di tutti è appena tornata in città, misteriosamente sfregiata. Agatha stringe amicizia con un autista di limousine e diventa l'assistente personale di Havana Segrand, un'attrice ossessionata nel voler interpretare il ruolo che fu della madre nel remake di un grande film del passato. Il fantasma della madre, morta in un incendio, continua a turbare la sua vita. Agatha è alla ricerca di redenzione e anche in questo regno dell'artificiale, dell'ultraterreno e della finzione, è determinata a trovarla. A qualunque costo.

 

Vota il film!

( 0 Votes )


   

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

GRACE DI MONACO

Un film di Olivier Dahan

Sabato 24 maggio ore 20 / 22.10

Domenica 25 maggio ore 18 / 20.30

Film d'apertura del Festival di Cannes 2014

Con Nicole Kidman, Paz Vega, Tim Roth, Milo Ventimiglia, Parker Posey, Frank Langella, Derek Jacobi, Geraldine Somerville, Nicholas Farrell, Robert Lindsay, Olivier Rabourdin, Roger Ashton-Griffiths
Sceneggiatura: Arash Amel
Fotografia: Eric Gautier
Montaggio:  Oliver Gajan
Musiche: Christopher Gunning
Biografico, Drammatico, 103 min. - Francia 2014

 

Clicca sulla locandina per il trailer...

grace
TRAMA

 

Sposando nel 1956 il principe Ranieri di Monaco, la celebre star del cinema Grace Kelly abbandona una promettente e brillante carriera. Ambientato nel 1962, sei anni dopo la celebrazione del suo “matrimonio del secolo”, Grace di Monaco racconta un anno della vita della principessa più celebre del XX secolo, un anno durante il quale Grace Kelly si dibatte nel tentativo di conciliare passato e presente, il desiderio di tornare ad apparire sul grande schermo e il suo nuovo ruolo di madre di due bambini, regnante su un Principato europeo e moglie del Principe Ranieri III. Mentre riflette sull'offerta fattale da Alfred Hitchcock di tornare a lavorare ad Hollywood, Grace piomba in una fase di profonda crisi personale quando la modernizzazione del decadente Principato di Monaco voluta da Ranieri subisce un improvviso arresto per l'ingerenza del presidente francese Charles de Gaulle, che minaccia di imporre il sistema fiscale francese al Principato e di annettersi Monaco con l'uso della forza. L'esplosiva crisi internazionale che ne deriva e l'imminente invasione del Principato da parte della Francia rappresentano una minaccia non solo per la sua famiglia, il suo matrimonio e il suo Paese, ma anche per la vita privata di Grace. E' quello il momento in cui l'icona del cinema, l'americana lontana da casa, dovrà prendere una decisione difficile: tornare alla sua vita di star del cinema, universalmente ammirata e adorata; o assumere a pieno il suo nuovo ruolo e adempiere ai doveri assunti nei confronti del marito, dei figli e del secondo più piccolo principato del mondo, che è ora la sua nuova patria.

 

Vota il film!

( 2 Votes )


 

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Trovati i 60mila euro necessari grazie alla collaborazione tra pubblico e privato

visual sito

ACQUISTATO IL NUOVO PROIETTORE:
IL CINEMA PASUBIO VINCE LA SFIDA

(Schio - 27/02/2014) Il Nuovo Cinema Pasubio di Schio ha vinto la sfida dell’acquisto del nuovo proiettore digitale. Grazie alla preziosa collaborazione tra pubblico e privato, sono stati raccolti i 60mila euro necessari per pagare l’innovativo sistema cinematografico e garantire in questo modo un futuro al cinema scledense.

A partire dall’1 gennaio 2014, infatti, le pellicole di celluloide da 35 mm sono scomparse, sostituite, per volontà delle grandi aziende cinematografiche, da nuovi supporti (hard disk e canali digitali) proiettabili solo con macchinari all’avanguardia. L’inizio della nuova era del cinema ha messo in difficoltà molti piccoli cinema locali per il costo delle nuove apparecchiature. Tra questi, anche il Cinema Pasubio gestito dall’Associazione Cineforum Altovicentino, che non ha mai voluto rassegnarsi e ha creduto fino in fondo alla possibilità di restare aperto.

Grazie alla collaborazione tra pubblico e privato, l’obiettivo è stato raggiunto in tempi più brevi del previsto. Dalla scorsa estate ad oggi è stata raccolta la somma indispensabile all’acquisto. Dei più di 60.000 euro necessari, 30.000, per ora anticipati dalle casse del Cinema con i soldi della rassegna, l’associazione confida arrivino dai finanziamenti della Regione Veneto, che ha messo a disposizione un budget di aiuti finanziari per garantire la sopravvivenza dei cinema veneti; 18.650 euro sono stati, invece, i soldi raccolti grazie al contributo del Comune di Schio (8.000 euro), grazie alla vendita delle locandine di trentacinque anni di attività (3.000 euro), grazie alle tessere dei soci onorari (3.150 euro) e grazie alle erogazioni libere di aziende e privati (4.500 euro); 15.000 euro, infine, sono i soldi ottenuti grazia a un dilazionamento del pagamento delle utenze del cinema concessa dalla parrocchia di Sacro Cuore.

Un vero e proprio successo collettivo che ha messo in evidenza anche la generosità di cittadini, aziende e associazioni scledensi. Oltre al Comune di Schio e ai soci sostenitori, queste le aziende e associazioni che hanno sostenuto la nascita del Nuovo Cinema Pasubio: Lions Club di Schio, Banca Etica, Ottica Giangroup, Gps e Sisma. Un particolare ringraziamento va anche a Caterina Azzarita.

« Un risultato importante che paga gli sforzi fatti in questi anni – afferma Iole Adami, presidente dell’Associazione Cineforum Altovicentino -. La straordinaria partecipazione dei nostri soci è sempre uno stimolo per continuare a lavorare con entusiasmo, passione e impegno. L’interessamento e il sostegno dei privati ci spingono invece a rafforzare un radicamento nel tessuto della città che per statuto avvertiamo come naturale vocazione ».

Una buona notizia per gli scledensi dunque: l’unico cinema rimasto in città non chiuderà le porte e garantirà ancora a lungo quella programmazione di qualità che lo contraddistingue da trentacinque anni. E le nuove iniziative sono già iniziate: l’acquisto del proiettore digitale ha permesso la nascita della rassegna
“Il Cinema ritrovato (al Cinema)”, organizzata in collaborazione con il Comune di Schio e la Cineteca di Bologna. Un’occasione importante, da gennaio a maggio, per ritrovare al cinema i grandi classici restaurati.


   

Pagina 21 di 21


Warning: Illegal string offset 'active' in /data/vhosts/cineforumschio.it/httpdocs/joomla/templates/nice_web/html/pagination.php on line 94

Warning: Illegal string offset 'active' in /data/vhosts/cineforumschio.it/httpdocs/joomla/templates/nice_web/html/pagination.php on line 100