Eventi ospiti

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

L'associazione "Il mondo nella città", in collaborazione con il Cineforum Alto Vicentino, "Rete per le politiche di accoglienza e protezione di richiedenti asilo e rifugiati nel territorio dell'Altovicentino" e "EuropAsilo"

in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

 

PRESENTA

 

LA MIA CLASSE

Un film di Daniele Gaglianone, con Valerio Mastandrea

 

Venerdì 20 giugno ore 21

 

Nel corso della serata sarà proiettato il trailer del film "Io sto con la sposa" di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande e Khaled Solimna Al Nassiry.

 

Scheda:

Un attore impersona un maestro che dà lezioni a una classe di stranieri che mettono in scena se stessi. Sono extracomunitari che vogliono imparare l'italiano, per avere il permesso di soggiorno, per integrarsi, per vivere in Italia. Arrivano da diversi luoghi del mondo e ciascuno porta in classe il proprio mondo. Ma durante le riprese accade un fatto per cui la realtà prende il sopravvento. Il regista dà lo "stop", ma l'intera troupe entra in campo: ora tutti diventano attori di un'unica vera storia, in un unico film di "vera finzione": La mia classe. È un film che può spiazzare più di uno spettatore quello che Daniele Gaglianone ha deciso di dedicare al sempre più complesso tema dell'integrazione dei cosiddetti extra-comunitari. Perché sin dall'inizio, quando vediamo 'microfonare' (come si dice in gergo) gli studenti del corso veniamo volutamente disorientati. Pronti come siamo a vedere un film di finzione siamo costretti ad accorgerci che la finzione c'è ma è tutta concentrata nel sempre più bravo Valerio Mastandrea che 'fa' il docente. Tutti gli altri sono veri immigrati ognuno con i propri problemi e le proprie aspettative. Gaglianone ha deciso di puntare tutto su questo doppio registro quasi ci volesse ricordare da un lato l'impotenza del cinema nell'affrontare e risolvere problematiche che lo superano e dall'altro la necessità, per chi il cinema lo fa, di non sottrarsi mai a lla realtà per rifugiarsi in un mondo in cui l'autoreferenzialità rischia di fagocitare tutto.

Qui si mette in scena il proprio vissuto che talvolta entra in gioco al di là delle battute concordate e che vede a un certo punto Mastandrea diventare davvero qualcosa di diverso rispetto all'attore che interpreta un personaggio. Ha ragione Gaglianone quando afferma che solo lui, tra gli attori, poteva entrare in un ruolo così particolare offrendogli, potremmo aggiungere, non solo la sua professionalità ma anche la sua umanità senza però farsi travolgere dalla complessità dell'operazione. (fonte www.MYmovies.it)

L'assemblea generale dell'Onu, con una risoluzione adottata all'unanimità, ha deciso di dedicare una Giornata mondiale ai rifugiati, per riaffermare i valori sui quali sono basati gli accordi internazionali in materia di protezione dei rifugiati. La giornata, individuata nel 20 giugno e riconosciuta a livello universale, costituisce un sostegno agli sforzi che l'Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr), le Ong e le altre organizzazioni impegnate nel settore compiono congiuntamente per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle sofferenze dei rifugiati.

L'associazione Il Mondo nella città o.n.l.u.s. è ente gestore del progetto Oasi, aderente al Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, per conto della "Rete per le politiche di accoglienza e protezione di richiedenti asilo e rifugiati nel territorio dell'Alto Vicentino" (capofila comune di Santorso). Il progetto prevede attività di accoglienza e integrazione per richiedenti e titolari di protezione internazionale o umanitaria.

 

- Ingresso libero -


 

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

DIAZ - Don't clean up this blood

Un film di Daniele Vicari.


Fabbrica Alta
Mercoledì 30 Maggio ore 21.00
Ingresso unico: 4 euro
diaz
A poco più di dieci anni dai fatti, Vicari racconta la Genova del G8. Con una rete efficace di flashback e flashforward, sceneggiatura e regia riportano alla memoria lo scempio del diritto, della democrazia, della dignità delle persone e dei loro corpi perpetrato dalle "forze dell'ordine" fra il 20 e il 21 luglio 2001, prima nella scuola Diaz e poi nella caserma di Bolzaneto.

Durante la serata ci sarà l'intervento di alcuni ospiti che hanno vissuto le violenze alla scuola Diaz durante il G8 del 2001 a Genova; con loro cercheremo di discutere di ciò che è successo quella notte.


Leggi tutto...



   

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Gruppo di animazione teatrale Verlata

Non si supera questa linea

regia di Pippo Gentile


Verlata teatro


Sabato 14 gennaio 2012 ore 10.30, Cinema Teatro Pasubio


Il Liceo Classico "G. Zanella" di Schio, in collaborazione con Comune di Schio, Cineforum Altovicentino 2001 e Coop Adriatica

organizza uno spettacolo particolare, rappresentato da persone disabili, che per la prima volta si avvale del coinvolgimento dei ragazzi del centro diurno Casetta.

Il Centro è finalizzato alla promozione della persona, allo sviluppo, al recupero e al mantenimento delle sue abilità.



Leggi tutto...


 
Rassegna 
Vieni a Teatro con Mamma e Papà

Fondazione Teatro Civico

vieniateatro11-2012

La rassegna VIENI A TEATRO CON MAMMA E PAPA' è inserita in "Volare Alto", progetto dell'Assessorato alla Formazione - Città dei bambini di Schio, ideato e organizzato dalla Fondazione Teatro Civico con lo scopo di promuovere una diffusa partecipazione al teatro e alla cultura per la famiglia, i bambini e i ragazzi, attraverso spettacoli e azioni formative.

 

Scopri l'intera rassegna...